276 Views |  Like

LA VITA È UN SOGNO – NOVITÀ LUZAZUL NELLA MOSTRA SOGNO QUINDI SONO 2.0

Alla mostra “Sogno, quindi sono 2.0” ci accompagnano ancora le immagini di Luzazul, di Sara Sardiello e Simona Maria Conca, toccandoci nel profondo. Ci conducono lì dove la vita come un pendolo oscilla nell’infinito molteplice e possibile che costituisce la trama dei nostri racconti.

“Oniromante”

LA VITA IN SOGNO

COSMOGONIA
La Vita scende la Scala e noi sui primi gradini a salirla.L’origine è vicina e lontana la destinazione. Raccogliamo mappe da calcolaree segni da indovinare. Volteggiamo aggrappati a liane di identità possibili. E siamo pronti. Saliamo, umanissimi e splendidi, segnando passi destinati a perdersi, nel rumore tiepido dei cuori giovani.

COSMOLOGIA
La Vita scende la Scala e noi su di un piano.Perduta l’origine e la destinazione mutevole. Camminiamo su fili perfetti e provvisori di stazioni oniriche.Lasciamo dietro vecchi oroscopi e fondi di caffè.E a volte crediamo di essere pronti.Saliamo, divoranti e ineluttabili, forgiando attimi di Amore Sacro, al ritmo incredulo di felicità trascorse.

COSMOPENIA
La Vita scende la Scala e noi saliamo verso il confine.Visioni di panorami incerti e sogni di echi rimbombano ad ogni respiro.Annodiamo strappi e scolpiamo stampelle. Raccogliamo lenti di microscopio o cannocchiale. E cerchiamo di essere pronti.Saliamo, quieti e atterriti, ridendo tra lacrime impreviste verso un altro primo gradino.

Simona Maria Conca e Sara Sardiello, dopo un lungo percorso condiviso di espressione artistica attraverso il connubio tra scrittura e immagini, sono tra i soci fondatori di LuzAzuL, Associazione di Promozione Sociale, che sostiene attività di integrazione e crescita personale con l’uso di mediatori artistici.
LuzAzuL promuove progetti di ARTE QUOTIDIANA e di avvicinamento alla bellezza e all’estetica per sensibilizzare in ogni modo all’ascolto, senza stetoscopio, di un cuore che batte.

Sara Sardiello: Terapista della Riabilitazione psichiatrica e psicosociale, Drammaterapista, Video-foto terapista. Intraprende la propria esperienza nel mondo delle arti ed è attrice con il Teatro Daggide per diversi anni.
In seguito si avvicina alle artiterapie, sperimentando mash up di mediatori artistici. Partecipa alla costruzione di COME SE – Frammenti di vite minute, poi di Bizzef Gruppo Immaginante, infine di LUZAZUL Aps.
Lavora con le immagini e con le rappresentazioni come se entrambe avessero uno spirito proprio che può essere avvicinato e colto. Progetta e poi svolge attività terapeutiche con l’uso di mediatori artistici con gruppi eterogenei, di varia estrazione e fragilità, dipanando la matassa del bagaglio emotivo, ad isolare il filo rosso, minimo comune multiplo della nostra umana essenza.
Nei lavori più recenti ricerca la Raffigurazione del Desiderio: il Desiderio va costruito, poi messo in scena e fotografato e solo così può essere guardato, imparato, sognato, anche cambiato.
Questo approccio professionale ha dato vita a NJ4 PROJECT-PROGETTI NON SOLO PER, perché nessuna Bellezza e nessun Sogno sono solo per qualcuno o per una parte del nostro essere: la Bellezza ed il Sogno ci precedono e ci seguono, ci fanno luce e scia, ci conducono e si fanno accompagnare, sono sul cammino di ognuno, per tutti.

Simona Maria Conca: Nasce alcune settimane prima che l’Apollo 11 tocchi il suolo lunare, in modo da poter ascoltare la voce di Tito Stagno e poter da subito immaginare quanto viene raccontato.

EVOCAZIONI E INVOCAZIONI

Kronos, Kairos e Aion sono diversi nomi del Tempo.

Aion è il tempo di tutta la vita, il nostro tempo e, per chi crede, il tempo del divino creatore.

Kronos è un tempo che passa sulle lancette dell’orologio, quello secondo cui ci diamo gli appuntamenti, quello di oggi, di domani e di ieri.

Kairos è il tempo dell’anima, il tempo opportuno, quello delle buone occasioni, del momento propizio.

Come si chiama il Tempo del Sogno?

Nel sogno, che scorre nel suo tempo e con il suo tempo particolare, si possono trovare contemporaneamente l’oggi, ieri e il domani, in un dispiegarsi ed incrociarsi di storia vissuta e ancora da scrivere, percorsi già esplorati e mappe da tracciare.

EVOCAZIONI intendono indicare le immagini che ci si presentano nei sogni. Simboliche, enigmatiche, spesso non immediatamente (e magari mai) decifrabili.

Le ‘INVOCAZIONI’ si riferiscono a quelle forme o spesso situazioni in cui può capitare di trovarsi, nel sognare, dove un senso di disagio ci spinge a cercare una via d’uscita, una soluzione, una risoluzione. A volte, l’unica possibilità è svegliarsi (sarebbe auspicabile farlo anche nella vita).